Lecce: Chiesa di San Matteo

Porretta Terme


Porretta Terme - 60 km da Bologna
Situata sull’Appennino tosco-emiliano, in una bella conca a 400 m di altitudine alla confluenza del rio Maggiore nel Reno, Porretta Terme era nota per le sue acque già in età etrusca e romana. Il suo assetto urbanistico è fortemente caratterizzato dalla presenza dei corsi d’acqua: lungo il rio Maggiore si è sviluppato l’antico centro tre-quattrocentesco, con le piazze lunghe e strette, mentre la Porretta ottocentesca sorge in prossimità del Reno, lungo la cui direttrice si sono sviluppati gli assi stradale e ferroviario, nonché i moderni insediamenti termali. Tra le varie e numerose possibilità di svago e divertimento, si segnala in estate il Porretta Soul Festival, che dal 1988 vede esibirsi importanti interpreti di livello internazionale.

Stabilimenti e Centri Termali

Terme di Porretta
via Roma 5, tel. 053422062, fax 053424260
info@termediporretta.it • www.termediporretta.it
anche albergo Castanea • apertura annuale • accoglienza disabili

Come Arrivare
In auto: A1 Milano-Roma, uscita Sasso Marconi, poi S.S. 64 per km 45; A11 Firenze-Viareggio, uscita Pistoia, poi S.S. 64 per km 36
In treno: linea Bologna-Pistoia, stazione di Porretta

Caratteristiche
Lo sfruttamento delle acque termali fu al centro dello sviluppo economico che il borgo visse a partire dal sec. XIII, diventando meta della borghesia e della nobiltà emiliana e toscana. Tra gli illustri visitatori del periodo rinascimentale le terme di Porretta annoverano Lorenzo il Magnifico, il cardinale Francesco Gonzaga, Giovanni Sforza Visconti, il pittore Andrea Mantegna. La leggenda – ripresa anche dallo stemma della città – narra che un bue malato, lasciato libero, ritrovasse il vigore abbeverandosi alla fonte della Puzzola.
Le terme sfruttano l’acqua raccolta da otto sorgenti, raggruppate in due zone distinte di Porretta: quattro 'acque alte' salso-bromo-iodiche sgorgano presso il rio Maggiore, dove prese avvio la vita termale rinascimentale e dagli edifici ottocenteschi ormai caduti in disuso. Le altre quattro sorgenti solfuree, dette 'acque basse' sono a circa 300 m dal centro, nei pressi del Reno, nella zona della Puzzola-Castanea. Dall’800, grazie al rinnovamento dello stabilimento e alla costruzione della strada Porrettana e poi della ferrovia, Porretta Terme diventa uno dei principali centri termali italiani. Oggi l’area dello stabilimento termale, adiacente all’hotel Castanea, comprende diverse strutture e centri di cura e riabilitazione che coprono un ampio spettro di indicazioni terapeutiche, nonché il centro Oasi di Benessere recentemente potenziato con trattamenti estetici, solarium, sauna, bagno turco, idromassaggi aromatici, musicoterapia e cromoterapia. Una piscina termale interna, aperta anche al pubblico, e una palestra attrezzata per il fitness – abbinate a un vasto parco con percorso vita e spazi per concerti – completano l’offerta.

L'acqua
Bove. 34 °C salso-bromo-iodica.
Puzzola 1. 22,5 °C solfurea.
Puzzola 2. 22,5 °C solfurea.
Sale. 36,7 °C salso-bromo-iodica.

Le indicazioni terapeutiche
Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell'apparato digerente, dell'apparato locomotore, dell'apparato respiratorio, dell'apparato urinario e del ricambio, ginecologiche.

Le cure termali
Aerosol, bagni terapeutici, cure idropiniche, docce nasali, fanghi, humage, idromassaggi, idropercorso, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni intestinali, irrigazioni nasali, irrigazioni vaginali, nebulizzazioni, piscina termale, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari.

Le altre cure
Chinesiterapia, consulenza, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesiterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, terapie fisiche.

Tempo libero
Parchi regionali di Corno alle Scale e dei Laghi
Porretta Terme è immersa in uno degli scenario più belli dell’Appennino. Circondata da boschi e da cime di oltre 2000 m, offre tutto ciò che un amante della natura può desiderare. A poca distanza dal paese vi sono ben due Parchi regionali: quello di Corno alle Scale e quello dei laghi di Suviana e Brasimone. Il primo, istituito nel 1988, è interamente compreso nel comune di Lizzano in Belvedere. Caratterizzato da una notevole varietà floristica e faunistica, ha anche una grande importanza geologica e mineralogica; con 40 km di piste per la discesa e diversi anelli per il fondo, d’inverno diventa una meta per gli appassionati dello sci. Il secondo, che prende il nome dalla presenza di due laghi artificiali, comprende un’area di 500 ettari tra i comuni di Castiglione dei Pepoli, Camugnano e Castel di Casio: i suoi rilievi sono coperti da boschi di latifoglie e conifere caratterizzati da esemplari imponenti.

Il Parco storico di Monte Sole
Istituito nel 1989, il Parco storico di Monte Sole comprende una vasta area tra i territori dei comuni di Marzabotto, Grizzana Morandi e Monzuno. Oltre che un notevole patrimonio naturalistico, il Parco conserva una suggestiva città etrusca, risalente al VI sec. a.C., detta convenzionalmente Misa dal nome del Pian di Misano dove fu scoperta. Scopo del Parco è anche quello di salvaguardare la memoria di una delle vicende più drammatiche della Seconda guerra mondiale, la strage di Marzabotto. Nei borghi sparsi tra questi boschi ebbe infatti luogo tra il più atroce eccidio compiuto in Italia dai nazisti (28 settembre-5 ottobre 1944). Circa a metà strada circa tra il Parco e Porretta Terme è il borgo di Riola, con la parrocchiale progettata dall’architetto finlandese Alvar Aalto (1965-66). La chiesa, rivestita in pietra di Montovolo e rame, evoca uno scafo di nave rovesciato e presenta interessanti soluzioni illuminotecniche che creano all'interno tre distinte unità ambientali: navata, altare e battistero.

Curiosità
Informazioni non disponibili

Altre Informazioni Utili Informazioni Utili

 

Altre località termali in Emilia Romagna

 


Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto
La scuola d'italiano per stranieri ILSONLINE è la migliore soluzione in Italia per una vacanza studio in Italia

Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto

 
©2005 - Otranto.biz
Barbatelle Elisa di Rivombrosa News sul turismo in Italia