Lecce: Chiesa di San Matteo

Terme di Riccione


Terme di Riccione - 11 km da Rimini
Oggi è uno dei centri di villeggiatura più famosi della costa romagnola, ma fino al XIX sec. Riccione era solo un modesto villaggio dipendente da Rimini. Il suo sviluppo iniziò nel 1865 con l’istituzione della stazione ferroviaria e l’apertura, per opera del sacerdote Carlo Tonini, dei primi ospizi marini per i figli delle classi più povere. A partire quindi dall’ultimo ventennio dell'Ottocento Riccione ebbe una crescita rapidissima. Nel 1901 venne costruito il primo albergo e, per iniziativa della filantropa Maria Boorman Ceccarini (cui oggi è dedicato il viale principale della città), il porto-canale; nel 1921 il centro contava circa 5600 abitanti e disponeva di 13 alberghi e molte pensioni. Immersi nel verde, centinaia di villini si popolavano solo durante i periodi di vacanza. Dal 1922, anno in cui diventò comune autonomo, Riccione iniziò una nuova vita, diventando terreno di sperimentazione di una nuova concezione turistica, basata su una vera e propria industria del divertimento.

Stabilimenti e Centri Termali

Terme di Riccione
viale Torino 4/16, tel. 0541602201, fax 0541606502
info@riccioneterme.it • www.riccioneterme.it
apertura annuale • accoglienza disabili

Come Arrivare
In auto: A14 Bologna-Taranto, uscita Riccione, km 3
In treno: linea Bologna-Ancona, stazione di Riccione
In aereo: aeroporto Rimini/Miramare, km 4

Caratteristiche
Secondo la tradizione il beato Alessio, patrono di Riccione, faceva sgorgare l’acqua dalla roccia per dissetare i pellegrini; altre leggende narrano che, per beneficiare delle acque termali, facessero tappa a Riccione i corsari turchi durante le loro scorrerie sulle coste dell’Adriatico. Fonti storiche testimoniano dell'apprezzamento di queste acque termali espresso dall'imperatore Diocleziano e, nel Seicento, dalla regina Cristina di Svezia.
L’industria termale vera e propria nacque solo nel XX sec., parallelamente a quella turistica. Oggi Riccione dispone di un modernissimo complesso costituito da due padiglioni (Centrale e Bianco), immersi in un parco di 40.000 mq dotato di ogni comfort. Il tutto a pochi metri dal mare di Riccione, la prima spiaggia italiana del benessere, con piscina termale, cure inalatorie e idromassaggio a cascata.
Grande rilievo ha il settore benessere con L’Oasi di Riccione Terme, struttura che comprende sia un centro di medicina e chirurgia estetico-termale e di cura del capello (con palestre, 4 piscine termali, grottino veneziano caldo-umido, grottino pompeiano caldo-asciutto, massaggi, fanghi e tre linee di prodotti per il viso, il corpo e il capello), sia la spiaggia del benessere La Marina-Bagno 49. Numerose le proposte di programmi terapeutici (disintossicante, osteoporosi, antifumo, mal di schiena) e una vasta gamma di trattamenti termali ed estetici.

L'acqua
Adriana. 15,3 °C magnesiaco-solfurea salso-bromo-iodica.
Celestina. 14,95 °C solfurea salso-bromo-iodica clorurata sodica.
Claudia-Riccione. 15,35 °C solfurea salso-bromo-iodica.
Isabella. 15,15 °C solfurea salso-bromo-iodica.

Le indicazioni terapeutiche
Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell'apparato digerente, dell'apparato locomotore, dell'apparato respiratorio, dell'apparato urinario e del ricambio, ginecologiche.

Le cure termali
Aerosol, bagni terapeutici, cure idropiniche, docce nasali, fanghi, grotte/stufe, humage, idromassaggi, idropercorso, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni nasali, irrigazioni vaginali, nebulizzazioni, piscina termale, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari.

Le altre cure
Chinesiterapia, cosmesi, educazione alla salute, fitness, ginnastica respiratoria, idrochinesiterapia, massaggi, medicina estetica, programmi antistress, riabilitazione, terapie fisiche.

Tempo libero
Le rocche dell’entroterra
Bastione del sistema difensivo di Rimini, l’entroterra di Riccione ha rappresentato una frontiera piuttosto calda durante le lotte per l’egemonia in Italia. Il Rinascimento vide svolgersi una lunga disputa tra i Malatesta, diventati signori indiscussi di Rimini, e i Montefeltro di Urbino. Importante testimone di questo conflitto fu la rocca malatestiana di Montefiore Conca, costruita intorno alla metà del '300; nel 1462, pur con forti perdite, Federico da Montefeltro se ne impossessò per conto dello Stato Pontificio, che tuttavia riuscì a stabilizzare il suo dominio nell'area solo dopo il 1530. Tracce di quel periodo sono diffuse nella zona, peraltro di notevole interesse naturalistico e paesaggistico: a Saludecio ad esempio, ancora cinto da bastioni e mura rinascimentali, oppure a Mondaino e a Montegridolfo, provvisti a loro volta di castelli malatestiani.

San Marino
San Marino è non solo la più piccola ma anche la prima delle moderne repubbliche del mondo. Fondata secondo la leggenda da Marino, scalpellino di Arbe, ottenne l’autonomia amministrativa nel IX sec. e diventò repubblica nel XIII, contrapponendosi efficacemente ai tentativi di conquista dei Malatesta di Rimini, grazie a un sistema di fortificazioni che è tuttora fra le sue principali attrazioni. L’antico nucleo è arroccato sui declivi occidentali del monte Titano, il cui possente e inconfondibile profilo a strapiombo è identificabile a lunga distanza.

Curiosità
Informazioni non disponibili

Altre Informazioni Utili Informazioni Utili

 

Altre località termali in Emilia Romagna

 


Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto
La scuola d'italiano per stranieri ILSONLINE è la migliore soluzione in Italia per una vacanza studio in Italia

Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto

 
©2005 - Otranto.biz
Barbatelle Elisa di Rivombrosa News sul turismo in Italia