Lecce: Chiesa di San Matteo

Torre di Palme Terme


Torre di Palme Terme - 12 km da Ascoli Piceno
Piccolo e raccolto sulla cima di un colle, il borgo nacque a protezione dell’antico scalo marittimo di Palma e conserva scorci medievali valorizzati da recenti restauri. Lungo la via rettilinea che attraversa il paese si trova la chiesetta di S. Giovanni del sec. XI, con tracce di affreschi gotici all'interno; medievale è anche il Palazzo municipale e la parrocchiale di S. Agostino (di forme romanico-gotiche). Ma l’edificio più interessante è la chiesa di S. Maria a Mare, del XII sec., poi modificata: all’interno affreschi duecenteschi bizantineggianti. Di fronte alla chiesa, l’ex oratorio romanico di S. Rocco, abbellito da un portale cinquecentesco con lo stemma comunale. Nei dintorni, borghi con resti di mura castellane, cinte fortificate e antiche abbazie.

Stabilimenti e Centri Termali

Stabilimento idropinico Palmense del Piceno
073453106, fax 0734637294
sgr.fedeli@tiscalinet.it • www.palmense.com
apertura giugno-settembre

Come Arrivare
In auto: A14 Bologna-Taranto, uscita Fermo-Porto S. Giorgio, km 4
In treno: linea Bologna-Bari, stazione di Porto S. Giorgio-Fermo, km 6

Caratteristiche
A 2 km da Torre di Palme sgorga un'acqua mediominerale bicarbonato-alcalina detta Acqua Palmense del Piceno, riscoperta intorno al 1930. La sorgente era infatti già sfruttata in epoca romana, come dimostrano i resti di una fontana e di due cunicoli, che probabilmente servivano a convogliare le acque, portati alla luce durante i lavori di ristrutturazione delle terme, iniziati dopo il 1950. Da questo impianto, negli ultimi decenni si è sviluppato l’odierno piccolo centro per cure idropiniche, consigliate soprattutto nel trattamento delle patologie dell’apparato urinario.

L'acqua
Fonte Palmense. 16 °C mediominerale bicarbonato-calcica.

Le indicazioni terapeutiche
Malattie dell'apparato digerente, dell'apparato urinario e del ricambio.

Le cure termali
Cure idropiniche.

Tempo libero
Il mare a Porto San Giorgio
Nel Medioevo era un castello a guardia del litorale infestato dai pirati turchi, ma presto si trasformò in un attivo e fiorente porto peschereccio. Anche oggi la pesca rimane una delle attività più importanti di Porto San Giorgio, nonostante l'ormai spiccata vocazione balneare favorita dalla lunga spiaggia di sabbia, dal bel lungomare ombreggiato di palme e da una cordiale ed efficiente accoglienza alberghiera.
Retaggio medievale è la Rocca, eretta nel 1267, all’epoca della massima influenza comunale di Fermo, ma non mancano notevoli testimonianze liberty in alcuni villini del lungomare e dell’immediato entroterra e nella cosiddetta fontana della Democrazia (1897), davanti all'ottocentesca chiesa di S. Giorgio.
Da non mancare, a luglio, la tradizionale Festa del pesce, il cui momento clou è la gigantesca frittura che viene preparata in piazza in un'enorme padella.

Curiosità
Informazioni non disponibili

Altre Informazioni Utili Informazioni Utili

 

Altre località termali nelle Marche

 


Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto
La scuola d'italiano per stranieri ILSONLINE è la migliore soluzione in Italia per una vacanza studio in Italia

Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto

 
©2005 - Otranto.biz
Barbatelle Elisa di Rivombrosa News sul turismo in Italia