Lecce: Chiesa di San Matteo

Terme Bagni di Lucca


Bagni di Lucca - 27 km da Lucca
Da Lucca si risale il Serchio deviando nella valle del Lima fino a incontrare l’antico ponte della Maddalena o del Diavolo, dando ascolto a quanti attribuivano a qualche arcano tanta arditezza. Il suggestivo manufatto risale al XII sec. ma le frequentazioni termali del luogo risalgono all'epoca romana. I Bagni di Lucca, di proprietà pubblica fin dal Medioevo, furono frequentati da Matilde di Canossa e l’imperatore Federico II, assurgendo a fama internazionale tra Sette e Ottocento, quando vennero costruiti, in forme neoclassiche, nuovi stabilimenti, ville e addirittura un casinò municipale. Al Novecento e alla Belle Epoque si deve infine quel tocco di floreale e di esotico che segnò l’apice del termalismo europeo; Shelley e Byron, Carducci e Pascoli, Puccini e Mascagni, questi alcuni degli ospiti più illustri di quella che, per quiete e amenità, venne definita “la Svizzera della Toscana”.

Stabilimenti e Centri Termali

Terme di Bagni di Lucca
piazza S. Martino 11, tel. 058387221, fax 0583808224
terme@termebagnidilucca.it • www.termebagnidilucca.it
anche albergo Antico Albergo Terme • apertura marzo-inizio gennaio • accoglienza disabili

Come Arrivare
In auto: A11 Firenze-Lucca-Pisa Nord, uscita Lucca, km 28; S.S. 12 Pisa-Modena
In treno: linea Lucca-Aulla, stazione di Bagni di Lucca, km 3

Caratteristiche
Diciannove sorgenti di acque solfato-bicarbonato-calciche a 54°C e due edifici completamente rimessi a nuovo, sono il nucleo di queste terme, specializzate nella cura delle patologie artroreumatiche, broncopneumopatiche, vascolari e ginecologiche. Caratteristiche le due grotte a vapore naturale – la Paolina, piccola e suggestiva, adiacente alla Grotta Grande – ciascuna alimentata da una propria sorgente con temperatura tra i 40 e i 47°C. Agli impianti si affianca il centro Ouida, sito presso l’Antico Albergo Terme (ristrutturato nel 2002), attrezzato in particolare per programmi benessere ed estetici, attraverso la ‘detersione antica’ delle terme romane, i fanghi, i massaggi e altri trattamenti che impiegano oli essenziali e la linea cosmetica basata sulle proprietà dell'acqua minerale.

L'acqua
Docce Basse. 38 °C solfato-bicarbonato-calcica.
Doccione. 54 °C solfato-bicarbonato-calcica.

Le indicazioni terapeutiche
Malattie circolatorie, della pelle, dell'apparato digerente, dell'apparato locomotore, dell'apparato respiratorio, dell'apparato urinario e del ricambio, ginecologiche, stomatologiche.

Le cure termali
Aerosol, bagni terapeutici, cure idropiniche, docce nasali, docce terapeutiche, fanghi, grotte/stufe, idromassaggi, inalazioni caldo-umide, insufflazioni, irrigazioni gengivali, irrigazioni intestinali, irrigazioni nasali, irrigazioni vaginali, nebulizzazioni, piscina termale, politzer crenoterapico, ventilazioni polmonari.

Le altre cure
Cosmesi, ginnastica respiratoria, massaggi, programmi antistress, terapie fisiche.

Tempo libero
Lucca, Pisa, la Versilia...
In primo luogo Lucca, che conserva entro le mura un vero tesoro d’arte e d'atmosfera: a partire dal duomo, con la commovente tomba di Ilaria del Carretto, è una rassegna di chiese e palazzi, di intatte abitazioni medievali, senza dire dei tesori conservati nei musei. L’esperienza più emozionante, però, resta la piazza del Mercato, disegnata da antiche case sull’ellisse dell’anfiteatro romano, suggestiva, specie se vi si capita la terza domenica del mese, quando è allestito il mercato antiquario. E poi Pisa, con la Torre pendente e il Campo dei Miracoli, e la Versilia, da Forte dei Marmi a Viareggio con l’irrinunciabile allungo a Torre del Lago, sulle note delle opere di Giacomo Puccini.

Nella valle del Lima
Alle spalle di Bagni di Lucca si allunga la valle del Lima, ricca d’acque correnti e di suggestivi passaggi. I nomi dell’orrido di Botri, delle strette del Cocciglia e delle grotte del Vento, per citare solo i luoghi di più agevole accesso, ne lasciano intuire il fascino. La strada che risale la valle dopo 37 km raggiunge l’Abetone, con tutto quel che questa montagna significa per il turismo estivo e invernale.

Curiosità
Le terre dell’olio d’oliva e del farro
Una terra dalla doppia anima gastronomica, di mare e di montagna, di pesce e di selvaggina. Dalla Versilia alla collina si stende il grande oliveto che ha dato fama a Lucca assieme alla vigna del Trebbiano di Montecarlo, un bianco apprezzato da papi e re. In Garfagnana, al cospetto delle Apuane, la tavola ha invece i rustici sapori delle zuppe di farro e della polenta di castagne, di salumi e formaggi, di funghi e tartufi, delle trote di torrente e del cinghiale.

Altre Informazioni Utili Informazioni Utili

 

Altre località termali in Toscana

 


Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto
La scuola d'italiano per stranieri ILSONLINE è la migliore soluzione in Italia per una vacanza studio in Italia

Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto

 
©2005 - Otranto.biz
Barbatelle Elisa di Rivombrosa News sul turismo in Italia