Lecce: Chiesa di San Matteo

Terme San Casciano dei Bagni


San Casciano dei Bagni - 85 Km da Siena
Il comune si trova sul versante meridionale del monte Cetona, che s’innalza fino a 1148 m; lo scenario è verdissimo – querce, castagni, pini – e solitario. I chilometri da Siena, capoluogo di provincia, sono 85 ma vicinissimo è il punto in cui convergono i confini di Toscana, Lazio e Umbria.
La località si trova sulla strada del Polacco che collega Chiusi ad Acquapendente passando per Sarteano e Cetona: una direttrice che nel Medioevo fu alternativa alla Via Francigena e motivo della buona fortuna del paese. Nel profilo del centro storico si leggono il compatto impianto medievale e due presenze di spicco: la bella collegiata e la mole merlata di una grande villa ottocentesca.
La zona termale si trova fuori dall’abitato: a stabilirne la cronologia è la chiesa basilicale di S. Maria ad Balnea, eretta nell’XI-XII sec. sui resti di un tempio pagano dedicato a Igea, dea della salute; al Seicento risalgono invece le strutture storiche dello stabilimento termale detto Bagno del Portico a motivo dell’ariosa struttura in travertino che lo precede.

Stabilimenti e Centri Termali

Centro Termale Fonteverde
057857241, fax 0578572200
info@fonteverdeterme.com • www.fonteverdeterme.com
anche albergo Fonteverde Terme&Hotel • apertura annuale • accoglienza disabili

Come Arrivare
In auto: S.S. 2 Siena-Roma e deviazione fra Ponte del Rigo e Acquapendente
In treno: linea Milano-Roma, stazione di Città della Pieve, km 13

Caratteristiche
Il bacino di San Casciano conta diverse sorgenti di acque termali affioranti alla temperatura di 42°C e copiosissime, addirittura terze in Europa per portata. L’etrusco Porsenna è accreditato della fondazione delle terme; quanto ai romani, stando a Orazio, l’imperatore Augusto vi ritrovò salute e vigore. Rinomata nei secoli, la struttura riceve moderna consacrazione nel 1607, auspice il granduca di Toscana Ferdinando I. Ai primi del Novecento si devono altri lussuosi padiglioni; ad anni recentissimi, l’ammodernamento delle strutture di cura, affiancate da centri d’estetica e benessere, e la costruzione dell’elegante hotel Terme dei Medici.
Bellissima la piscina all’aperto, affacciata al paesaggio tra cascate e zampilli d’acqua; numerose quelle interne allo stabilimento: due al pianoterra – una collegata a quella esterna e l'altra a due profondità, con annessa una piccola vasca per bambini – e ben tre al piano superiore, la prima con percorso bioaquam (tonificante con innovative tecniche di idromassaggio), la seconda per l'aquagym e infine l'ultima per i nostri amici a quattro zampe. Nella sezione più recente, denominata 'bagno etrusco', diversi camerini per idromassaggio, relax, sauna, stufa e bagno turco.

L'acqua
Bianca Cappello. 42 °C solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca.
Ferdinando II. 42 °C solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca.
Ficoncella. 42 °C solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca.
Portico. 42 °C solfato-calcico-fluorurato-magnesiaca.

Le indicazioni terapeutiche
Malattie circolatorie, del fegato e delle vie biliari, della pelle, dell'apparato digerente, dell'apparato locomotore, dell'apparato respiratorio, dell'apparato urinario e del ricambio.

Le cure termali
Aerosol, bagni terapeutici, cure idropiniche, docce nasali, docce terapeutiche, fanghi, grotte/stufe, humage, idromassaggi, idropercorso, inalazioni caldo-umide, piscina termale.

Le altre cure
Cosmesi, educazione alla salute, fitness, massaggi, medicina estetica, programmi antistress.

Tempo libero
Turismo su tre fronti
San Casciano dei Bagni è località di confine e non deve stupire che disti più da Siena, suo capoluogo, che da Perugia o Viterbo. Formalmente appartiene al Consorzio turistico della Valdichiana, che fa capo a Chianciano Terme e Montepulciano, ma dietro l’angolo c’è anche il Parco artistico, naturale e culturale della val d’Orcia, con Pienza, Montalcino e San Quirico d'Orcia. D’altra parte, appena oltre confine troviamo: in Umbria, il lago Trasimeno, Città della Pieve e Orvieto; nel Lazio, il lago di Bolsena e Montefiascone. Tuttavia non occorrono grandi spostamenti per scoprire luoghi interessanti: il monte Cetona, con le grotte e i siti preistorici; Radicofani, con le vicende di Ghino di Tacco; Abbadia San Salvatore e i boschi dell’Amiata.

Curiosità
A tavola non si scherza
Nel senso che quale che sia l’argomento, qui la risposta è di carattere. Specialità del luogo e protagonisti di una specifica sagra sono i ‘pici’, rustici spaghetti che vanno conditi con sugo di cinghiale o d’anatra, ma anche con funghi e tartufi. Lo stesso dicasi – sagra compresa – dei ‘ciaffagnoni’, frittelle insaporite con lo straordinario pecorino locale. In tema di pietanze, se non è carne di Chianina, tocca al ‘buglione’, robusto umido di pollo e agnello. Ottimo il vino, che è Chianti Colli Senesi della varietà Putto, prodotto a Palazzone; sopraffino anche l’olio d’oliva, beneficiato dall'altitudine e da pratiche di antica saggezza.

Altre Informazioni Utili Informazioni Utili

 

Altre località termali in Toscana

 


Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto
La scuola d'italiano per stranieri ILSONLINE è la migliore soluzione in Italia per una vacanza studio in Italia

Ilsonline - Scuola di Italiano per Stranieri ad Otranto

 
©2005 - Otranto.biz
Barbatelle Elisa di Rivombrosa News sul turismo in Italia